Come organizzare la tua Brand Communication in fotografia

Perché è importante parlare di marketing digitale in fotografia

Come può aiutarti in tempi in cui tutti hanno accesso a una fotocamera?

La prima cosa che devi sapere è che comunicare un prodotto o un servizio ha molte variabili in comune ma anche alcune importanti differenze da tenere in conto. Il lavoro del fotografo può seguire una strategia di branding personale o più focalizzata sul tipo di servizio e sul tipo di pubblico a cui ci si vuole rivolgere. Oppure può essere un misto di entrambe le strategie. L’importante è che si tratti di qualcosa di premeditato, pianificato con tempo e non un prodotto dell’improvvisazione o delle foto che abbiamo disponibili in quel momento.
marketing digitale in fotografia

Per definire un piano di marketing è necessario porsi delle domande e stabilire:

1. Cosa offrirò nello specifico?

Qui la scelta è tanto ampia quanto i tipi di fotografi che esistono. Book per attori, per neonati, eventi sociali, libri fotografici, gastronomia, paesaggi, viaggi, tra molte altre possibilità. Cerca di concentrare il tuo lavoro in un genere, senza strafare, evitando di confondere il tuo pubblico. Non è il caso, ad esempio, se fai paesaggi, di mostrare sulla tua pagina o sul tuo profilo social tipi di immagini (ad esempio “foto di matrimoni”) che non hanno nulla a che vedere con te.

2. Cosa voglio ottenere?

Questo significa definire obiettivi, a breve e a lungo termine. Avere questo in mente fin dall’inizio ti permetterà di apportare cambiamenti quando lo riterrai necessario e di confrontare le prestazioni in ogni fase della tua crescita.

3. A chi andrò a indirizzare la mia offerta?

Questo è quello che chiamiamo il nostro cliente ideale. Logicamente, a seconda del tipo di servizio fornito, il pubblico varia. Ad esempio, se offri servizi fotografici per neonati, sarà chiaro che la tua comunicazione andrà direttamente a un pubblico di future mamme o, eccezionalmente, di futuri nonni che vogliono regalarlo. Il pubblico in questo caso è facilmente limitato. In altri casi è un po’ più complesso definire chi è l’utente specifico. In questo contesto, è consigliabile iniziare a suddivide in possibili sottogruppi e a realizzare test. Questo metodo è essenziale nell’era digitale, soprattutto con gli strumenti di social networking. Dovrai sperimentare attraverso diversi tentativi, analizzare e prendere decisioni: prova e errore.

4. Dove e come incontro il mio pubblico ideale?

Qui dovrai iniziare a pensare a quali sono le routine, i comportamenti dei tuoi utenti e quali sono le reti sociali che utilizzano maggiormente. In questo modo è possibile impostare orari, tipi di pubblicazioni, le informazioni che cercano in ogni occasione e formato. In generale, per la fotografia, il social network ideale per il momento è ancora Instagram, dove la comunicazione avviene principalmente attraverso le immagini. Anche se è l’opzione migliore quando si tratta di fotografia, ci sono anche altri social network che possono aiutarti a migliorare la tua strategia di marketing digitale. 

5. Chi sono i miei "competitor"?

A questo punto è necessario verificare da chi è composto il tuo settore: concorrenti (competitor) nazionali e internazionali, figure rilevanti, referenze, possibili alleati, collegamenti che completano il nostro lavoro. E in ogni caso come funziona ognuno di essi, qual è il loro stile, le parole chiave, gli hashtag, il tipo di contenuti e le reazioni o interazioni che ricevono dal pubblico. Una volta raccolte queste informazioni, analizzate in dettaglio e magari condivise con le persone intorno a te – che possono darti suggerimenti importanti – sarai pronto per metterti al lavoro.

Conclusioni:

Riprendendo quanto detto all’inizio sulla ricerca di un’offerta specifica, possibilmente unica, voglio evidenziare che esistono molti attori in questo mercato, centinaia di fotografi nella stessa città che offrono gli stessi servizi. Ecco perché è importante concentrarsi su qualcosa che ti distingue dalla massa ecostruire su questa base. Non solo un tipo di servizio, ma anche uno stile di comunicazione. Cercando di trovare qualcosa in cui il tuo pubblico si senta rappresentato, identificato, un elemento che gli faccia sentire che è te che vuole assumere. In questo senso, sarai in grado di rispondere a quella che è la differenza tra un fotografo professionista e una persona con una buona macchina fotografica o un telefono di ottima qualità. Cercando di raccontare una storia che generi identificazione, la connessione con l’altro al giorno d’oggi è vitale e ti aiuterà a mettere in evidenza il tuo profilo. Qui Nik ti racconta la sua storia d’amore con la fotografia di viaggio, ciò che lo appassiona.
Rimani aggiornato per il prossimo articolo sul marketing in fotografia dove svilupperemo alcuni canali e strumenti per iniziare a posizionarti nel mondo digitale.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Potrebbe interessarti anche..

Benvenuti nel mio blog sulla fotografia di viaggi!

about nicholas tinelli

Sono Nicholas, un fotografo di viaggi e ritratti con passione per la scrittura.

In questo blog, condivido articoli sulla fotografia di viaggi, la mia esperienza personale, consigli, e informazioni sulle attività che organizzo.

RIMANI IN CONTATTO!

error: