I 12 luoghi migliori da fotografare a Fes & Meknes

Non ci sono dubbi riguardo alla bellezza visiva che offrono le città di Fes e la vicina Meknes.

Questi centri d’arte e cultura del Marocco sono unici, con molte attrazioni: dalla splendida architettura tradizionale ai caotici e colorati souk, sfondi perfetti per fotografie suggestive.

Per aiutarti a trovare i posti ideali per la quintessenza delle immagini marocchine, di seguito troverai la lista dei 12 luoghi migliori da fotografare a Fes e Meknes.

 

1. Il Bab Boujloud (Porta Blu), Fes

 

bab boujloud gate

 

In una città che dispone bellissime porte, finemente decorate, il Bab Boujloud è l’opera maestra. Serve come l’ingresso più occidentale della città ed è uno spettacolo da vedere. Anche se è conosciuta come la “Porta Blu” per il suo colore rivolto verso l’esterno, dall’interno della medina è in realtà per lo più verde. Ha un bellissimo arco e tradizionali piastrelle con motivi marocchini e arabi.

I colori e il modo in cui la struttura incornicia l’ingresso alla città, ne fanno uno dei migliori luoghi per la fotografia a Fes. Attraverso la porta d’ingresso, si arriva in una delle piazze centrali vicino all’Università di Al-Quaraouiyine, un altro dei miei spot fotografici preferiti a Fes.

 

2. Moschea e Università di Al-Quaraouiyine, Fes

 

Al-Quaraouiyine Fez

 

Fes è stata a lungo un ritrovo di scienziati, studiosi e teologi, molti dei quali hanno attraversato i corridoi dell’Università di Al-Quaraouiyine nei suoi 1.100 anni di attività. Infatti questa è l’università più antica del mondo e la moschea più importante del paese, non manca la storia tra le sue mura. E non è solo la storia a renderla un luogo così affascinante, ma anche la sua incredibile architettura e design.

Il bel cortile luminoso, con i tradizionali tappeti in rattan e gli storici archi ne fanno un luogo interessante per la fotografia a Fes. La difficoltà principale è che ai non musulmani non è consentito l’accesso al sito. Quindi, a mio parere, la vista migliore è dal tetto della Madrasa Al-Attarine, che a volte è aperta al pubblico (ma dovrete convincere il guardiano a lasciarvi entrare). Un’altra vista è attraverso il Bab Wouroud, dove è possibile ottenere uno scorcio del cortile.

 

3. Concerie, Fes

 

fez tannery

 

Da quasi un millennio Fes è famosa per le sue concerie di pelletteria. Ancora oggi operano in città e continuano ad utilizzare metodi tradizionali, con ampie zone di asciugatura sullo sfondo della vivace città.

Le tinte naturali delle pelli apportano alle fotografie bellissimi colori della terra, mentre le azioni esperte degli artigiani nel loro contesto abituale sono una gioia da catturare. La conceria più grande è la “Chouara Tannery”, ma a Fes ce ne sono tre in totale, ognuna delle quali è interessante per la fotografia.

 

4. Al-Attarine Madrasa, Fes

 

al attarine madrasa

 

Dal 1323, la Madrasa di Al-Attarine fornisce istruzione islamica ai residenti di Fes e luoghi lontani. E’ in funzione ancora oggi ed è un luogo molto interessante da visitare e fotografare. Caratterizzato da piastrelle decorate e colorate, il design della madrasa presenta molti elementi arabi tradizionali, mentre la presenza di studenti entusiasti aggiunge vitalità alle fotografie.

Le tradizionali piastrelle combinate con gli incantevoli archi ed elementi umani possono aiutare alla creazione di sorprendenti immagini della cultura marocchina.

 

5. Dar El Makhzen, Fes

 

Dar El Makhzen

 

All’apice del successo della città, Fes fu dimora di nobili e reali che vivevano all’interno di splendidi palazzi costruiti da artigiani locali. Uno dei più grandi di tutti è il Dar El Makhzen, o il Palazzo del Sultanato, dove il sultano del Marocco soggiornava durante le visite a Fes.

Oggi, è aperto al pubblico come Museo delle Arti marocchine e vanta un’eccellente collezione di opere storiche e moderne. Tuttavia, è l’esterno dell’edificio che più attrae i fotografi.

L’imponente struttura presenta bellissimi elementi arabeschi e romanici. La splendida architettura e gli intricati dettagli ne fanno uno dei luoghi migliori per la fotografia a Fes.

 

6. Vista dal Monte Zalagh, vicino a Fes

 

Monte Zalagh

 

Appena fuori dai confini della città di Fes, il Monte Zalagh è lontano dal traffico e dai rumori della terza città più grande del Marocco. Dalla cima del monte è possibile osservare una vista mozzafiato sulla città e sulla catena montuosa dell’Atlante, spesso innevata.

Ci si arriva con una facile escursione e le fotografie dall’alto valgono lo sforzo, in quanto è possibile catturare splendidamente sia la vita cittadina che le bellezze naturali dal punto di vista panoramico. Un luogo ideale da visitare al tramonto o all’alba.

 

7. Il Souk, Meknes

 

olives in the Meknes Souk

 

Non lontano da Fes, la città di Meknes si allontana dal tipico sentiero turistico e le conferisce un’atmosfera più autentica. Il souk, in particolare, è bello e vivace – perfetto per scattare fotografie della vita autentica in Marocco, mentre la gente del posto compra e vende.

I tanti colori e le forme dei prodotti tradizionali aiutano ad ottenere immagini vivaci. Inoltre, la confusione dello shopping nei souk aggiunge un po’ di drammaticità e retroscena alle immagini, permettendo ai fotografi di catturare scene che riflettono davvero la vita marocchina.

 

spices in the Meknes Souk

 

8. Il sito archeologico di Volubilis

 

arches in volubilis

 

Vicino a Meknes si trova il sito parzialmente scavato di Volubilis, un tempo gloriosa città e colonia più lontana a ovest del Sacro Romano Impero. Sebbene sia stata danneggiata da un terremoto nel 1800, rimane uno degli esempi meglio conservati di rovine romane in Marocco.

Al suo apice, più di 20.000 persone vivevano nella città, e molti dei suoi segreti vengono pian piano svelati mentre gli scavi continuano. Per i fotografi, non sono solo le rovine ben conservate che ne fanno un luogo ideale per la fotografia, ma anche la sua posizione ai piedi di una catena montuosa.

Guardando verso ovest, le rovine godono di una vista mozzafiato sul paesaggio fertile, una cartolina!

 

mosaic in volubilis

 

9. Scuderie reali, Meknes

 

royal stables in Meknes

 

Uno dei punti di riferimento più interessanti e atmosferici di Meknes sono le Royal Stables, arroccate in alto sopra una collina. Non si tratta di umili fienili, le scuderie ospitavano oltre 12.000 cavalli reali che erano apprezzati e amati dal Sultano. C’era anche un complesso sistema proveniente da un vicino canale, per assicurare che gli equini reali fossero ben nutriti e abbeverati.

Anche se il posto è caduto in rovina, rimane un luogo straordinario per la fotografia a Meknes. La sua bellezza e drammaticità non passano inosservati, poiché le scuderie non sono popolari solo tra i fotografi, ma anche tra i videografi, che le hanno usate come sfondo per diversi film, tra cui “Il gioiello del Nilo”.

 

10. Bab El Mansour, Meknes

 

bab mansour gate

 

L’architettura tradizionale marocchina è incredibilmente distinta e bella, e uno dei migliori esempi si possono trovare a Meknes nel Bab El Mansour.

Realizzato nel 1730, il portale ha una sensazione di sbiadita grandezza e incorpora molti elementi interessanti come le tessere di mosaico fatte a mano così come una porta di cedro realizzata artigianalmente.

Nella parte superiore della struttura, un’iscrizione araba dichiara orgogliosamente di essere la più bella porta d’ingresso del Marocco – ed è certamente una delle migliori location fotografiche a Meknes.

 

11. Bou Inania Madrasa, Fes

 

Bou Inania Madrasa in Fez

 

L’architettura e il design delle madrasas marocchine sono leggendari, ma non molte sono aperti a visitatori non islamici. Un’eccezione è l’incantevole Bou Inania Madrasa, che è anche l’unica di Fes ad avere un minareto. Altre caratteristiche architettoniche tradizionali includono bellissimi archi arabeschi, decorazioni in cedro scuro finemente intagliato e splendide piastrelle fatte a mano.

E’ considerata la più grande di tutte le madrasas di Fes – e forse del Marocco. Il sultano stesso ha dichiarato di non aver risparmiato in spese per la sua costruzione! I fotografi rimarranno certamente contenti della visita in questo magnifico luogo.

 

12. Città di Moulay Idriss, vicino a Meknes

 

moulay idriss medina

 

Mentre la città di Moulay Idriss può non essere così nota ai visitatori stranieri, è un luogo significativo e amato dai marocchini. E’ conosciuto come il punto di arrivo dello sciismo in Marocco e ogni anno ha luogo un importante festival islamico.

I fotografi apprezzerano il labirinto di strade strette, così come l’unico minareto rotondo del paese. Moulay Idriss rimane fuori dal percorso turistico principale, si respira un vero senso di autenticità che si traduce nelle immagini. Da lì partono diverse escursioni per raggiungere bellissimi punti panoramici e fotografare emozionanti paesaggi.

 


 

Tutto il Marocco è bellissimo e le città di Fes e Meknes, in particolare, sono davvero incantevoli. Caratterizzate da stili architettonici influenzati da molti gruppi diversi nel corso dei secoli, i loro dettagli intricati e la loro bellezza artistica danno vita a grandi scenari.

Se amate la fotografia e ne avete la possibilità, vale la pena soggiornare più di qualche giorno a Fes e Meknes.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Potrebbe interessarti anche..

Benvenuti nel mio blog sulla fotografia di viaggi!

about nicholas tinelli

Sono Nicholas, un fotografo di viaggi e ritratti con passione per la scrittura.

In questo blog, condivido articoli sulla fotografia di viaggi, la mia esperienza personale, consigli, e informazioni sulle attività che organizzo.

RIMANI IN CONTATTO!

error: