Come ottenere immagini nitide: 8 aspetti da tenere in conto

sharp image of a flamingo

Ti sforzi per migliorare la tua fotografia ma non riesci ad ottenere sempre immagini nitide?

Ti è mai capito di tornare a casa, scaricare le foto sul computer e renderti conto che a differenza di quello che ti era sembrato di vedere sul display della fotocamera, alcuni degli scatti migliori della sessione non sono perfettamente in dettaglio?

Ti svelo un segreto: capita a tutti!

Sono molti fattori da tenere in conto al momento di scattare una foto e diversi i motivi che possono generare questo problema. Per questo è fondamentale conoscerli e capire da dove ha origine il tuo errore. In questo articolo analizzeremo tutte le possibilità, per toglierti ogni dubbio sull’argomento.

8 aspetti da tenere in conto per ottenere immagini nitide:

1. Sfocatura dovuta a un movimento

Diversa da quella causata dalle vibrazioni della fotocamera. Succede quando si utilizza una velocità d’otturazione non adeguata per cercare di bloccare il movimento di un soggetto. In questa situazione il soggetto risulterà “mosso”, mentre il resto dell’immagine probabilmente no. Quando invece la causa sono le vibrazioni della fotocamera, tutta l’immagine risulta “micromossa”.

Una delle forme più conosciute per evitare il “micromosso” è l’applicazione della “Regola del Reciproco della Lunghezza Focale”, di cui ho parlato in un precedente articolo;

motion blur subject

2. Risoluzione della fotocamera

Il corpo macchina che utilizzo regolarmente, una Canon 5DSR, con un sensore da 50 megapixel è fantastico in quanto a risoluzione e dettaglio. Se da un lato ottengo immagini di grande qualità, dall’altro devo però fare ancora più attenzione, infatti queste fotocamere ad alta risoluzione mostrano una maggiore intolleranza alle vibrazioni rispetto a quelle a bassa risoluzione. E’ opportuno in questi casi aumentare la velocità dell’otturatore a un valore di sicurezza, leggermente più alto di quello che la “Regola del Reciproco della Lunghezza Focale” suggerisce;

3. Qualità delle ottiche

C’è un motivo per cui alcuni obiettivi sono più cari di altri e soprattutto più pesanti. La qualità dell’ottica è un fattore che influisce sulla nitidezza;

4. IPR

Esistono forme corrette di impugnatura, postura, e respirazione da usare al momento di fotografare per evitare di generare “micromosso”. Utili soprattutto quando utilizziamo velocità d’otturazione lente o larghe distanze focali. (Utili anche per la tua schiena!);

5. Peso

Un’aspetto che è strettamente collegato al precedente. Il peso della fotocamera e dell’obiettivo influisce sulle vibrazioni generate dal corpo.

6. Calibrazione delle lenti

Ogni obiettivo viene calibrato in fabbrica prima di essere commercializzato. Essendo un processo industriale è comunque opportuno verificare con un tecnico i tuoi obiettivi di quando in quando per assicurarti che siano correttamente calibrati, che funzionino correttamente. E’ piuttosto comune, soprattuto con alcuni marchi riscontrare problemi di “Front Focus” o “Back Focus”. Una lente calibrata male genera immagini poco nitide, fuori fuoco.

7. Ribaltamento dello specchio

Si tratta di un movimento meccanico che muove lo specchio della fotocamera in modo da permettere il passaggio della luce dall’obiettivo al sensore. Le vibrazioni generate da questo movimento sono importanti e fastidiose, soprattutto in alcune particolari situazioni, in cui avrai bisogno di ottenere la massima nitidezza possibile.

Per evitare questo problema hai due possibilità: siccome una volta alzato lo specchio non potrai usare il mirino ottico, potresti valutare i valori da utilizzare e la composizione prima e poi “bloccare lo specchio” nel menù impostazioni. L’altra è di usare il “Live View”, una funzione ormai presente in ogni fotocamera reflex che lavora sempre con lo specchio alzato.

Il problema non si pone se stai usando una fotocamera Mirrorless (senza specchio).

camera reflex mirror

8. Post-Produzione

Anche se dovrai sempre cercare di assicurarti di ottenere uno scatto ben nitido sul momento, è possibile “aiutarsi” in seguito con un programma di post-produzione, come Photoshop. Esistono diverse tecniche per l’aumento del dettaglio che possono essere usate in differenti situazioni e meritano un’articolo a parte.

Spero che questo elenco ti sia utile per valutare ed capire come correggere questi errori ed ottenere immagini più nitide. Se hai qualche dubbio o commento a riguardo puoi farlo nel box qui sotto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Lascia un commento