Occhio del fotografo: 6 esercizi utili per migliorarlo

L’ occhio del fotografo è uno degli elementi chiave della fotografia di viaggio.

L’ equipaggiamento non è l’unica cosa che conta.

Per certo avere una macchina fotografica con un buon sensore, lenti professionali e altri accessori, come filtri o treppiedi di qualità, aiuta ad ottenere risultati migliori.

Ma questa è una necessità che dipende dall’uso finale che farai delle immagini e in ogni caso la cosa più importante è la tua capacità di osservare, sviluppare un’occhio fotografico ed essere creativo.

Per alcune persone risulta più naturale che per altre, ma non preoccuparti, è un’abilità che puoi migliorare nel tempo.

occhio del fotografo

La fotografia è una forma di mostrare la nostra visione delle cose, in modo artistico, creativo e originale. Per farlo è fondamentale essere ispirati.

Personalmente, mi aiuta molto il cinema, la lettura, la pittura e una buona dose di immaginazione.

E’ infatti la capacità di immaginare una scena o fare ricorso alla memoria visiva, qualcosa che ho già visto, in un film ad esempio, che più mi aiuta al momento di fotografare.

In parte è qualcosa che ho sempre percepito come naturale, ma che ho dovuto migliorare nel tempo attraverso l’esperienza, lo studio e la pratica.

Quando sto camminando o sono in viaggio su un qualsiasi mezzo di trasporto mi concentro in quello che sto osservando e se incontro uno sfondo interessante, mi chiedo: cosa mi piacerebbe aggiungere per completare la composizione? Un pò come se si trattasse di un set cinematografico.

Questo esercizio mentale può aiutarti a riconoscere una buona immagine più velocemente, al momento giusto.

E’ inoltre importante consolidare lo studio della tecnica e della composizione, oltre alle proprietà della luce, la conoscenza della propria attrezzatura e delle lenti che stai utilizzando.

Da un grandangolo a un super-tele la differenza è importante e i risultati che si possono ottenere variano notevolmente.

A seguire ho scritto una lista con 6 esercizi pratici utili a sviluppare l’occhio del fotografo:

1. Analizza il lavoro di altri fotografi di viaggio

travel photographer portfolio

Osserva il portfolio online di 5 fotografi di viaggio professionisti che ti appassionano.

Prendi nota, cerca di immaginare come hanno ottenuto un’immagine: che lenti hanno usato, che luce (naturale o artificiale), perché hanno scelto quel tipo di inquadratura e composizione.

Personalmente, ho trovato molta ispirazione nel lavoro di Jim Richardson, un grande fotografo e narratore visivo del National Geographic.

2. Occhio del fotografo: abituati a osservare

Prenditi un momento di libertà e fai un giro nel tuo quartiere senza fotocamera.

person taking a photograph

Concentrati, osserva e immaginati una fotografia: fai attenzione ai dettagli e tieni in conto la composizione, cosa potresti includere nell’inquadratura e quali elementi la rovinano.

Potresti di fatto trovarti di fronte a una splendida scena, dove però in primo piano c’è uno sgargiante cartello stradale di color rosso che rovina la composizione e distoglie l’attenzione dal soggetto principale dell’immagine.

In questo caso cerca di muoverti, cambiare punto di vista, magari chiudere l’angolo dell’inquadratura o cambiare obiettivo. Per il momento immaginati di farlo (senza fotocamera), concentrati solo su quello che vedi e vorresti fare.

3. Stesso posto, 4 diversi momenti di luce

Aggiungiamo un elemento di difficoltà al punto 2. Ripeti lo stesso percorso, questa volta con la fotocamera, in 4 diversi orari del giorno (alba, mattino, mezzogiorno e tramonto).

Fotografa 4 diverse scene che attirano la tua attenzione e prendi nota delle differenze a seconda del momento di luce.

4. Applica le principali regole di composizione

Metti in pratica le più importanti regole di composizione per creare equilibrio tra gli elementi e guidare la vista dell’osservatore.

composition rules in photography

Prova ad ottenere 3 buone fotografie che tengano in conto almeno uno di questi aspetti: regola dei terzi, elementi ripetuti, linee di fuga (puoi usare elementi come lampioni, una fila di alberi o anche la curva di una strada).

5. Fai pratica con soggetto

Pratica diversi tipi di inquadrature, pose e luce con un soggetto, magari un’amico per iniziare. Ti consiglio di realizzare questo esercizio in un parco, per avere meno distrazioni e concentrarti in quello che stai facendo.

6. Sfrutta le possibilità della tua fotocamera

Per ultimo, ma non meno importante. Sfrutta tutti gli strumenti della tua fotocamera per essere creativo.

Soprattutto in fotografia di viaggi può risultare molto appagante l’uso del movimento per ottenere un’immagine creativa, originale e dinamica. O magari usare una profondità di campo ridotta per evitare che si noti uno sfondo poco interessante.

Ottieni 4 immagini di un soggetto a tua scelta con le seguenti caratteristiche: 

  • Amplia profondità di campo
  • Ridotta profondità di campo
  • Congela un soggetto in movimento
  • Mostra il movimento di un soggetto
tourists reading a map in nepal

Conclusioni

Come vedi allenare l’occhio e la creatività, è soprattutto una questione di studio e pratica. Si impara osservando, studiando, praticando, sbagliando.

Cerca di non dare nulla per scontato, l’occhio del fotografo matura con il tempo e l’esperienza.

Sarai un fotografo migliore, potrai leggere più velocemente una situazione e mantenere un intenso e creativo flusso di lavoro.

Vuoi imparare di più sulla fotografia di viaggio?

Leggi questa guida completa su: Come diventare fotografo di viaggio

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Potrebbe interessarti anche..

Benvenuti nel mio blog sulla fotografia di viaggi!

about nicholas tinelli

Sono Nicholas, un fotografo di viaggi e ritratti con passione per la scrittura.

In questo blog, condivido articoli sulla fotografia di viaggi, la mia esperienza personale, consigli, e informazioni sulle attività che organizzo.

RIMANI IN CONTATTO!

error: